top of page

Il mandato di agenzia immobiliare, tutto ciò che c'è da sapere


In uno dei primi articoli di questo blog abbiamo spiegato come la soluzione ideale per vendere casa sia affidarsi ad un'agenzia, quindi ad esperti del settore, onde evitare non solo pratiche lunghe e complesse se compiute in autonomia, ma anche per la sicurezza che tale servizio offre.

Quando si vende tramite un'agenzia, bisogna firmare con essa un mandato, un vero e proprio contratto attraverso il quale una parte, ovvero il venditore della casa, incarica un altro soggetto, l’agenzia immobiliare a effettuare specifiche azioni finalizzate alla conclusione della compravendita. L’agenzia immobiliare è rappresentata da una persona che supporta il proprietario dell’immobile durante l’intero processo di vendita. Come in ogni forma di accordo, entrambe le parti sono obbligate a rispettare quanto è stato stabilito nel contratto che, in caso di inadempimenti, può essere impugnato.


Il mandato può avere una durata variabile, generalmente si tende a sottoscriverne che durino tra i 6 mesi e un anno, con clausole che ne prevedono la decadenza a vendita effettuata. Alla scadenza del contratto tra le parti, l’agente immobiliare non può più agire per conto del proprietario. Può capitare però che il mandato preveda anche un rinnovo automatico nel caso in cui, entro il periodo prestabilito da contratto, la compravendita non sia ancora andata a buon fine. In questo caso le parti, con la firma, si accordano a rinnovare l’impegno anche dopo la sua prima scadenza.


All’interno delle clausole del contratto può essere indicata l’esclusività dell’agenzia immobiliare. Vuol dire che le due parti si accordano in modo che gli unici professionisti incaricati a seguire la compravendita siano quelli dell’agenzia immobiliare coinvolta. Il proprietario in questo caso esprime la sua preferenza assoluta ed esclusiva verso un’agenzia e si impegna ad affidarsi solo a lei e nessun altro per la compravendita del suo immobile.


All'interno di questo contratto sono anche decise le provvigioni che dovranno essere riconosciute all'agenzia e alla quale devono essere versate a compravendita conclusa. Anche se l’affare viene chiuso in una data successiva rispetto alla scadenza del contratto, ma l’agente aveva messo in contatto le parti prima della scadenza, al professionista spettano naturalmente le provvigioni.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page